Il miracolo Xiaomi

Xiaomi nasce nel 2010. Dopo 8 anni viene quotata alla borsa di Hong Kong.

L’azienda cinese ha depositato qualche giorno fa la documentazione necessaria per essere quotata nella borsa di Hong Kong, il che non farà altro che aumentare il valore dell’azienda prodigio.

Ma cosa produce Xiaomi?

Per chi non lo sapesse Xiaomi venne fondata nel 2010 da Lei Jun, con il sogno di diventare una azienda tecnologica capace di tener testa alle big tech del settore, in termini di qualità, ma con una differenza sostanziale nel prezzo, la promessa è infatti quella di rimanere accessibile a tutti.

Xiaomi infatti, significa “miglio”, il cereale che tutti noi conosciamo. Un cereale che in Cina sfama da sempre milioni di persone, grazie al proprio contributo proteico sommato ad un prezzo bassissimo.

Proprio questa caratteristica distingue la società dai propri competitors, il fatto di puntare su una filosofia “socialmente sostenibile”.

In ogni caso, la capacità dell’azienda di produrre smartphone di alto livello e di venderli a prezzi realmente stracciati, ha portato Xiaomi a vendere, dopo solo 4 anni dalla fondazione, ben oltre i 61 milioni di smartphone.

Lo scorso anno sono ufficialmente diventati il quinto produttore mondiale di smartphone, conquistando una quota di mercato pari al 7,4%, preceduta dalle celeberrime Apple, Samsung, Huawei ed Oppo.
Indiscrezioni dicono che durante il primo trimestre di quest’anno abbia addirittura superato Oppo, conquistando una quota superiore all’8,2%.

xiaomi

La quotazione in borsa:


Tutto sembra essere pronto per la quotazione in borsa di Xiaomi, il cui valore 4 anni fa si attestava attorno ai 45 miliardi di dollari ma che ad oggi viene considerato di oltre 100 miliardi.
Parlando di numeri del genere l’azienda si prepara ad essere la più grande IPO degli ultimi 4 anni, , raccogliendo ben 25 miliardi. L’ultima risale al debutto di Alibaba a NewYork nel 2014.

Quello che risulta essere una new entry fra i colossi dei devices deve riconoscere un grosso contributo per la propria crescita al mercato indiano, dove attualmente Xiaomi sta combattendo per la leadership proprio contro il colosso Samsung.

Giunti a questo punto, non possiamo continuare a non considerare alternative differenti dai soliti Brand che caratterizzano il nostro mercato.
Xiaomi sta sorprendendo tutti e sorprenderà anche noi.

2018-07-03T12:40:08+00:00