fbpx

L’innovazione che i nativi digitali possono portare in azienda

Giovedì 4 Aprile ContaminAction ha avuto l’onore di ospitare oltre 30 organizzazioni! Tra queste Accenture, ADACI, Aeroporti di Roma, Alternatyva, Amarena Company, Aptica, Aubay, Axepta BNP Paribas, eFM, Engage, Gi Group, GSE, iLiveMusic, K-Tech, Linkem, OpenBioMedical, Radio Rock, Renault, TechWin, Terna, TIM, Trenitalia e ZTE.

Grande piacere anche nell’avere con noi Gian Luca Comandini, esperto di Blockchain per il Ministero dello Sviluppo Economico e appena nominato tra gli under 30 più influenti da Forbes. I suoi interventi sono stati di grande ispirazione per tutti: in molteplici occasioni il suo speech è stato rivelatorio, in particolare circa il futuro della Blockchain e delle prossime innovazioni tecnologiche.

L’atmosfera è stata carica di creatività e di innovazione dall’inizio alla fine, per culminare con la presentazione dei progetti ContaminAction da parte dei ragazzi. I progetti improntati sull’innovazione sviluppati dai ragazzi sono stati specificatamente tagliati per le esigenze delle aziende di diverse industries: mondo banking (Axepta-BNP Paribas), telefonia (TIM), automotive (Renault), radio e TV (Radio Rock), telecomunicazioni (Alternatyva). Tra questi, particolare rilievo è stato dato al progetto comune a tutti i gruppi: il BeeSmart, la prossima start-up che migliorerà l’ambiente collegando il mondo dell’apicoltura con gli strumenti dell’Internet of Things.

I ragazzi sono dunque stati i veri protagonisti della giornata. Hanno avuto modo di mettersi alla prova, nonché dialogare e confrontarsi con i manager sulla validità dei loro progetti, un’occasione imperdibile.

La sfida finale? Colloqui di selezione con molte di queste importanti aziende, in uno sfidante “speed date” con i recruiters.

Una giornata davvero ricca di emozioni per tutti, terminata con un commovente confronto tra studenti e mentori. In questa prima esperienza ContaminAction tutti si sono ritrovati un po’ più ricchi, in un bellissimo incontro generazionale. Tanto lavoro, tanti insegnamenti, ma anche tanti stupendi rapporti umani.

2019-04-11T16:12:10+00:00